La prima volta

Ciao!
Mi chiamo Eleonora, sono una ragazza di 20 anni e scrivo da una città vicino Riccione. Sono sempre stata circondata da amici e ho sempre fatto vita mondana. Feste in spiaggia, discoteca fino alla chiusura, feste di ogni tipo… sono un animale da festa!

A dispetto di molte mie coetanee, mi piaccio!! Sono mora, capelli lunghi e lisci. Occhi chiari, viso aggraziato (questo è un termine che usava sempre il mio ex ragazzo!!), sono alta 174 cm, fisico longilineo e …beh questa è la parte che amo più di me…un bel culetto sodo, non troppo piccolo e ne troppo grande. Giusto! Se aggiungete una terza soda e alta ad una forte carica erotica, beh sono quello che molti ragazzi definiscono come una “gran bella scopata” 🙂

Non sono di quelle ragazze che s’illudono sul principe azzurro o che se un ragazzo me lo mette in mano allora vuole sposarmi. So che cosa voglio, so cosa mi piace e non ho problemi con la mia sessualità.
A dire il vero questo mio aver pochi problemi con la sessualità, mi ha creato dei problemi con diversi ragazzi, pensavano che succhiandolo ad un loro amico, l’avrei succhiato a tutti gli altri… sono un’appassionata del sesso, non una troia …anche se mi piace essere trattata da tale quando sono con un bel ragazzo.

Vi racconterò le mie avventure, secondo mio fratello se facessero un film su di me, dovrebbero fare una trilogia alla signore degli anelli… è uno stronzo non trovate?

Sembrerà banale, ma come prima avventura, voglio raccontarvi la mia prima volta.
Sento dire in giro che il buongiorno si vede dal mattino, meno male che non ci credo a queste cose altrimenti mi sarei fatta suora.
Anche se non si direbbe, la mia prima volta ..vera..è stata la sera del mio diciottesimo compleanno. Prima erano successi degli episodi, ma nella mia fichetta e nel mio culetto non era entrato mai niente!

Il programma era semplice, il mio ragazzo mi avrebbe portata fuori a cena, appena finito di mangiare saremo andati in discoteca dove i nostri amici avevano preso un tavolo, limonata in macchina con ditale e pompa annessa e a letto, senza prima essermi fatta una doccia.
Purtroppo il pesce della cena, non doveva essere molto fresco e il mio ragazzo andò a casa appena arrivati in discoteca. Io non volevo certo tornare a casa, cazzo era il mio diciottesimo compleanno!!!

Mi divertii con le mie amiche e conoscemmo anche un gruppo di ragazzi sui 20 anni, mi ritrovai a brindare un po troppo e la testa era leggera leggera e uno di questi iniziò a guardarmi con occhio languido…iniziai a provare rabbia verso il mio ragazzo… non era qui a proteggermi da un bell’uomo che mi guardava e mi desiderava… Il ragazzo si avvicinò e mi prese le mani, io lo guardavo stregata e mi alzai quel tanto che bastava per baciarlo.

Iniziammo a ballare insieme, sentivo le sue mani sulla mia schiena, le sue labbra sul mio collo, sentivo che mi desiderava e io ero spalmata su di lui, mordevo l’orecchio, lo baciavo, gli facevo sentire le mie tette sul petto… fino a quando non mi sussurrò qualcosa

“andiamo a farci un giro fuori”

ero pietrificata, non ero ubriaca da fare una sciocchezza del genere, ma ero eccitata per fare anche di peggio. Non gli risposi, gli misi solo una mano tra le gambe e lo tirai verso l’uscita.

“Ho la macchina qui vicino… se ti va andiamo a casa mia ..”

“No no” dissi “voglio stare all’aperto, voglio tutto e subito”

stringendo un po’ di più il suo cazzo che piano piano stava montando nella mia mano.
Ci fermammo vicino ad un albero, iniziammo a baciarci io spalle contro l’albero. Le sue mani si soffermarono sul bordo della mia gonna alzandolo quel tanto che bastava per toccarmi le labbra

“sei fradicia!”

“si.. ho una voglia matta”

dissi tra un bacio e l’altro. Con una mano scesi e gli sbottonai i pantaloni e, tirando giù le mutande, imboccai la sua cappella. Lui mi mise una mano sulla testa spingendolo sempre più in fondo.
È una mia caratteristica, prenderlo tutto nella gola e farlo restare li! Mi piace!
Iniziò a gemere mentre lo leccavo. Con una mano intanto avevo liberato la mia fica delle mutande… e gliela misi in mano

“Alzati” Disse a un certo punto

Nella mia testa era scattato qualcosa… stavo per fare la mia prima volta!!!
Non so perché, ma dovetti dirglielo

“senti fai piano… sono vergine”

…vidi una sorriso e una fragorosa risata scoppiò da essa

“Tu? ma fammi il piacere!!” e con un colpo secco lo infilò tutto dentro.

“no no…. toglilo mi fa male…..”

“ma che dici… sei bagnata come una fontana…avanti che lo vuoi”

e i suoi affondi erano sempre più potenti, mi mise la lingua in bocca e iniziò a scoparmi forte… sentivo il suo cazzo entrarmi dentro e le gambe cedermi.
Il dolore era forte ma sentivo una sensazione piacevole farsi strada…. purtroppo non scoprì che cosa fosse perché il mio partner… preso dal momento …decise di venirsene sulla mia gonna bianca…
Rimasi di sasso… quando vidi i suoi amici sbucare fuori da un’auto e urlare

“grande!! eccoti i tuoi 50 euro… le scommesse sono scommesse!”

a quelle parole mi andò il cuore in gola “scommessa?”

“si.. ho scommesso 50 euro che ti avrei sporcato la gonna di sperma….”

e scoppiò in una fragorosa risata.
Mi lanciò i 50 euro dicendo che si era divertito a vincere la scommessa… e che quelli se li era meritati… mi guardai tra le gambe.. e stranamente non c’era sangue… ero solo tremendamente bagnata…
Appena andarono via, mi toccai …era piscio …mi ero pisciata addosso!!!

Come prima volta è stata un disastro… ma quando tornai a casa, sotto la doccia calda, iniziai a toccarmi, il solo pensiero di quel cazzo che mi scopava senza ritegno mi fece raggiungere 3 orgasmi di fila!

Eleonora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *